Ritratti italiani

Ritratti italiani

Alberto Arbasino / Oct 18, 2019

Ritratti italiani Dalla A di Gianni Agnelli alla Z di Federico Zeri alcune decine di conversazioni interviste dialoghi e magari anche chiacchiere con illustri contemporanei quali Roberto Longhi Aldo Palazzeschi

  • Title: Ritratti italiani
  • Author: Alberto Arbasino
  • ISBN: 8845930033
  • Page: 202
  • Format:
  • Dalla A di Gianni Agnelli alla Z di Federico Zeri, alcune decine di conversazioni, interviste, dialoghi, e magari anche chiacchiere, con illustri contemporanei quali Roberto Longhi, Aldo Palazzeschi, Giovanni Comisso, Mario Soldati, Cesare Brandi, Federico Fellini, Luciano Anceschi, Luchino Visconti, Alberto Moravia E notevolissimi coetanei, o quasi da Calvino e Testori e Pasolini, a Parise e Manganelli e Berio , coi quali ci si ripromettevano lunghe polemiche anziane davanti a un bel camino acceso, con vino rosso e castagne e magari cognac Invece, la storia gir diversamente E cos , oltre ad alcuni coetanei vitali e viventi, eccoci qui con care e bizzarre memorie evidentemente prenatali Dossi, Tessa, Puccini, D Annunzio, e la mia concittadina vogherese Carolina Invernizio, nonna o bisnonna di mezza Italia letteraria Alberto Arbasino

    • [PDF] Download ✓ Ritratti italiani | by ☆ Alberto Arbasino
      202 Alberto Arbasino
    • thumbnail Title: [PDF] Download ✓ Ritratti italiani | by ☆ Alberto Arbasino
      Posted by:Alberto Arbasino
      Published :2019-07-25T07:40:11+00:00

    About "Alberto Arbasino"

      • Alberto Arbasino

        Alberto Arbasino Is a well-known author, some of his books are a fascination for readers like in the Ritratti italiani book, this is one of the most wanted Alberto Arbasino author readers around the world.


    436 Comments

    1. All'Adelphi sono troppo raffinati per informare il lettore che il libro è la silloge di molti pezzi, essenzialmente giornalistici, scritti in mezzo secolo, o sono semplicemente raffinati e vogliono suggerire che la qualità letteraria di essi è tale da sottrarli all'hic et nunc, consegnandoli così come sono alla posterità, se non all'eternità?Cinque stelle a prescindere al nostro maggior scrittore, ancora venerato maestro quando molte ex giovani promessee una constatazione: quanti, tra i no [...]


    2. Contrariamente a Proust, citato spesso nel testo, il trascorrere del tempo suscita solo rimpianto per il passato e per gli amici e maestri che non ci sono più: Berio, Calvino, Pasolini, Feltrinelli, Longhi, Flaiano, Gadda e tanti altri. Colpisce come in alcuni passi Arbasino lasci da parte la sua abituale "sprezzatura" per confessare quanto gli manchino queste persone: una piccola, circoscritta rivoluzione intimista? Indimenticabili alcuni ritratti, fra cui spiccano quelli su Antonioni (mai st [...]


    3. Linguaggio fiorito, ironico, del gran conoscitore di un mondo ormai lontano. Si legge d'un fiato.Raffinato e benedicenteChe goduria!


    4. il solito Arbasino in una carrellata di ritratti di intellettuali italianiconsiglio acquisto agli amanti della letteratura di Arbasino e non solo


    5. "ritratti" a lama di rasoio. Al netto del gioco di parole: a volte eccessivamente volti a ritrarre la personalità del ritrattista piu' che il ritrattato.


    6. Testo di non immediata presa (ma tant'è, ormai siamo abituati a letteratura e saggistica "precotte") ma assai interessante. Alcune voci sono datate, forse l'Autore avrebbe dovuto rinfrescarle un po' prima della pubblicazione; in altri casi ti aspetteresti un taglio maggiormente biografico o una visione più personale sul personaggio, invece che una divagazione letteraria che talora sconcerta, ma il valore complessivo dell'opera è assoluto. Grande ironia ed ancor più grandissima "sprezzatura" [...]


    7. mi sarebbe piaciuto fare la recensione del libro di A.Arbasino ,ma visto che dopo piu' di un mese che l'ho ordinato (8 agosto) e pagato NON E' MAI ARRIVATO! Mi spiace questa nota negativa,ma Arbasino non ne ha colpa.Spero che chi di dovere si dia una mossaluti


    8. Serie di interviste e dialoghi con contemporanei notevoli, memorie di illustri italiani.Ritratti disinvolti e spassosissimi, alcuni sottili e quasi maligni - uno su tutti per farsene un’idea, quello acido di Antonioni.Con la malinconia che affiora tra le pagine e le “rimembranze”.Splendido questo tour attraverso l’educazione intellettuale di Arbasino, attraverso il Novecento italiano.==========Michelangelo Antonioni:« Manca cioè quella condizione “sine qua non”, la precisione nell [...]


    Leave a Reply